IL RISCHIO LEGIONELLA

 

 

Il laboratorio MARE.A s.r.l. offre un servizio di monitoraggio della eventuale presenza di Legionella su campioni ambientali con impiego di Metodiche Ufficiali di Quantificazione (Doc 04/04/2000 GU n° 103 05/05/2000 All 2 e 3) accreditate ACCREDIA ed un'assistenza tecnica nella valutazione del rischio correlato alla presenza del batterio negli impianti. 

Una corretta valutazione del rischio deve partire dall'analisi di uno schema aggiornato (se disponibile) dell'impianto, per individuarne i punti critici. L'ispezione della struttura deve essere accurata per poter evidenziare eventuali fonti di rischio e valutare l'intero impianto.A questo deve seguire la valutazione dell'uso delle varie sezioni o parti dell'impianto, alla ricerca di bracci morti o comunque soggetti a ristagno di acqua o a un suo defluire intermittente.  

 

Le infezioni da Legionella rappresentano un problema importante in Sanità Pubblica, tanto che sono sottoposte a sorveglianza speciale da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), della Comunità Europea in cui è operante European Working Group for Legionella Infections (EWGLI) e dell'Istituto Superiore di Sanità, che ha istituito nel 1983 il Registro Nazionale della Legionellosi.  

 

 

- UN PO′ DI STORIA -

La Legionella è uno degli agenti etiologici di polmonite batterica e deve il suo nome all’epidemia di polmonite che si verificò tra i partecipanti ad una riunione dell'American Legion nell’estate del 1976 a Philadelphia. Tra gli oltre quattromila veterani del Vietnam (chiamati appunto Legionnaires) presenti, 221 si ammalarono e 34 di essi morirono; solo in seguito si scoprì che la malattia era stata causata da un nuovo batterio, denominato Legionella, che fu isolato nell'impianto di condizionamento dell'hotel dove i veterani avevano soggiornato.

Non a caso i settori maggiormente investiti della problematica risultano essere le strutture ricettive come ospedali, alberghi, case di riposo, SPA, ecc. 

 

 

- L'HABITAT -

Da non dimenticare che le legionelle sono di per sé ampiamente diffuse in natura, principalmente associate alla presenza di acqua (superfici lacustri e fluviali, sorgenti termali, falde idriche ed ambienti umidi in genere). Ma da queste sorgenti la Legionella può colonizzare gli ambienti idrici artificiali (reti cittadine di distribuzione dell'acqua potabile, impianti idrici dei singoli edifici, impianti di climatizzazione, piscine, fontane ecc.) che si pensa agiscano come amplificatori e disseminatori del microrganismo. Infatti questi batteri prediligono gli habitat acquatici caldi, riproducendosi tra 25 e 45°C e riuscendo a sopravvivere in un range di temperatura molto più ampio, tra 5,7 e 63°C.

Informativa sul trattamento dei dati personali (Articolo 13 D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 Codice in materia di protezione dei dati personali).

I Suoi dati personali, ed in particolare la Sua e-mail saranno usati al solo fine di promuovere le attività ed i servizi della nostra Associazione. I dati non sono diffusi e sono trattati con riservatezza, con sistemi manuali e/o informatici, e ad opera di soggetti di ciò appositamente incaricati, nel rispetto delle misure minime di sicurezza. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti di cui all'articolo 7 del predetto Decreto (accesso, aggiornamento, integrazione, cancellazione, ecc.), inviando richiesta a:

                                                                  Contatore accessi

 

MARE.A Srl sede operativa : tel. 0039 0541830442 - fax 0039 0541 830460 - 47841 Cattolica (RN), via Enrico Toti, 2 - email: info@mare-a.com